PCKeeper è un virus/adware?

Assolutamente no

Di recente, i prodotti PCKeeper dell'azienda Kromtech (sviluppatore ufficiale e proprietaria dei prodotti a marchio PCKeeper) sono stati più volte indicati erroneamente come contenenti "virus" o "spyware". Ecco cosa ha da dire l'azienda a riguardo.

  • Kromtech è davvero un'azienda legittima?

    Per prima cosa, dichiaro ufficialmente che Kromtech è un fornitore di software indipendente e del tutto legittimo. Operiamo seguendo procedure di conformità con valenza internazionale e abbiamo stretto partnership con aziende di indubbia rispettabilità e con i cosiddetti platform regulator, come Microsoft Corporation. Il marchio Kromtech e i rispettivi prodotti sono accessibili gratuitamente visitando il Centro per i partner Microsoft

  • Allora perché PCKeeper viene considerato da molti come un virus?

    Molti utenti non sanno che per far parte della piattaforma Windows i fornitori di software devono rispettare una lunga serie di requisiti. Ad esempio, Microsoft Corporation ha stabilito 12 criteri fondamentali da rispettare affinché un software possa essere considerato compatibile con Windows. Pertanto, tutti i prodotti PCKeeper sono stati studiati approfonditamente per rispettare i requisiti della Certificazione Microsoft per le applicazioni desktop di Windows prima del loro rilascio. Di conseguenza, entrambi i prodotti PCKeeper hanno ottenuto la certificazione attraverso il portale Microsoft Windows SysDev e risultano pienamente compatibili con il sistema operativo Windows 10. Inoltre, abbiamo ottenuto i seguenti ID di certificazione: PCKeeper ID 13359417, PCKeeper Antivirus ID 13359411.

  • Prima ha menzionato l'antivirus. Ciò significa che sviluppate anche una soluzione di sicurezza?

    Proprio così. Sulla pagina web del Supporto Microsoft , tra i vari fornitori di soluzioni antivirus consigliati è presente anche PCKeeper Antivirus.

  • Allora perché c'è chi afferma che PCKeeper sia in realtà un virus?

    Uno dei nostri principali obiettivi è insegnare agli utenti le nozioni di base relative alla sicurezza del proprio computer e sul Web. La rete è un luogo in cui non tutti i fornitori e proprietari di siti web sono interessati a offrire un servizio professionale agli utenti, né si impegnano a ottenere le certificazioni che ho citato. Molti siti web visitati possono fornire intenzionalmente o meno informazioni fuorvianti o fasulle.

    Di seguito viene descritto uno scenario tipico in cui è possibile imbattersi in affermazioni su truffe, virus, adware e spyware correlati a PCKeeper.

    Sul Web si possono trovare articoli che segnalano PCKeeper come un virus da rimuovere con uno strumento dedicato. Si tratta di affermazioni fatte al semplice scopo di spingere l'utente tramite l'inganno ad avviare il download di un qualche programma di pulizia. Gran parte di questi strumenti in realtà potrebbe contenere virus che possono danneggiare il computer o comportare perfino il furto d'identità. L'utente è libero di scaricare qualsiasi file a proprio rischio. Tuttavia, personalmente consiglio di scaricare file solo da fonti attendibili. Va infatti tenuto presente che gli editori disonesti non prendono di mira solo PCKeeper: qualsiasi software utilizzato o che si desidera utilizzare può esserne vittima.

  • Si sta parlando molto di un nuovo tipo di malware chiamato PUP o PUS. Cosa ne pensa?

    I PUP e i PUS non rappresentano necessariamente malware o virus. Mi spiego meglio: PUP/PUS è una sigla che sta per potentially unwanted program/software (programmi/software potenzialmente indesiderati). Vi sono situazioni in cui anche i fornitori di software di sicurezza legittimi segnalano i software di altri fornitori come applicazioni PUP o PUS o come minacce potenziali.

    Non tutti sanno che alcune aziende mettono in atto tale comportamento per scoraggiare l'uso di altri software. Il motivo sta semplicemente nel desiderio di non condividere con altri il monopolio e i ricavi del settore. Va tenuto presente che sta all'utente decidere se fidarsi del software che sta scaricando/installando e decidere se è veramente necessario. Le applicazioni di sicurezza servono solo per segnalare, aiutare o informare l'utente che un determinato software è potenzialmente indesiderato.

    È consigliabile inviare una segnalazione di falso positivo al fornitore solo nel caso in cui si ritenga attendibile il software che si sta per scaricare o installare, anche se il fornitore della soluzione di sicurezza utilizzata al momento lo segnala come PUP o PUS e lo blocca. Inoltre, tale software di sicurezza potrebbe disporre di un'opzione per creare un'eccezione all'interno del software. Tuttavia, consiglio di non fare eccezioni al momento di scaricare/installare file da una fonte non attendibile, dato che ciò potrebbe causare gravi problemi.

  • Se si è certi al 100% che il software in questione sia sicuro e affidabile, ecco come segnalare il rilevamento di un falso positivo.

    • Visitare il sito web ufficiale del proprio software di sicurezza.

    • Trovare la pagina in cui è possibile segnalare il rilevamento di un falso positivo.

    • In caso di problemi nell'individuare la pagina di segnalazione, contattare il reparto di assistenza dell'azienda per ricevere istruzioni.

    Si può inoltre digitare in un motore di ricerca: "segnalazione falso positivo (%%%%)", in cui (%%%%) rappresenta il nome dell'antivirus attualmente in uso.

    *Nel caso di grandi fornitori di software di sicurezza, potrebbero essere necessarie molte segnalazioni di falsi positivi prima che venga preso in esame un file, dato che il fornitore dovrà dedicare tempo e risorse per verificare l'effettiva presenza di minacce al suo interno.

    Grazie per il tempo che ci hai dedicato e buona navigazione sicura.